Religiose

Suore dell’Istituto Mater Boni Consilii

L’Istituto Mater boni Consilii è stato fondato nel 1985 con lo scopo di rendere a Dio, con la celebrazione del Santo Sacrificio della Messa, la gloria che gli è dovuta e si presenta, in questo periodo di disorientamento, come un mezzo per perseverare nell’assoluta fedeltà al deposito della Fede rivelata da Dio e proposta dal magistero infallibile della Chiesa cattolica.

Fino al 2004, l’Istituto aveva come membri soltanto sacerdoti e laici. Ciò nonostante, già all’origine, era stata presa in considerazione la possibilità di un ramo femminile. Quella che allora era soltanto una possibilità, si sta concretizzando con la formazione in corso di una “Congregazione di Suore dell’Istituto”.


Scopo della congregazione nascente
In primo luogo e in comune con tutti gli Istituti religiosi, le Suore ricercheranno la propria santificazione, senza la quale non possono darsi fruttuosamente alle opere di carità che svolgeranno.

Lo scopo particolare della Congregazione è “l’aiuto al ministero dei sacerdoti dell’Istituto (diffusione della buona dottrina e della buona stampa, segretariato, aiuto ai ritiri spirituali, cura della casa…)”, “la propagazione della devozione alla Madonna del Buon Consiglio, la direzione di scuole, campi per ragazzi, scuole materne e oratori, catechismo e in generale l’esercizio delle opere di misericordia spirituale e corporale, secondo le finalità dell’Istituto Mater Boni Consilii” (Costituzioni delle Suore dell’Istituto).

Il programma è vasto, ma proporzionato ai bisogni grandi e urgenti delle anime nella situazione di crisi che viviamo oggi. È grande e bello, perché consacrandosi al servizio dei sacerdoti, le Suore possono operare umilmente, ma efficacemente alla salvezza delle anime, sia in maniera materiale che spirituale, servendo Gesù Cristo nella persona dei suoi ministri.


Spirito della congregazione
Essendo membri dell’Istituto, le suore devono acquistare sempre più e far crescere in loro lo spirito dell’Istituto Mater Boni Consilii, che consiste principalmente nella ricerca costante della gloria di Dio in ogni cosa, in un attaccamento e una sottomissione tutta filiale alla Santa Chiesa e ai suoi insegnamenti, nella ricerca della propria santificazione e infine nella pratica della carità verso il prossimo. Nella situazione attuale della Chiesa, le Suore adereranno alla Tesi di Cassiciacum, riconoscendo la vacanza formale della Sede Apostolica.
Esse devono, inoltre, essere animate da una devozione particolarissima verso la Santa Messa e da un amore incondizionato verso la Patrona dell’Istituto, la Madonna del Buon Consiglio.

Sotto il patrocinio della Madonna del Buon Consiglio
Profondamente coscienti della loro debolezza, le suore dell’Istituto Mater Boni Consilii nutrono una filiale devozione alla Madonna, considerandola come la loro cara Madre, da cui sperano i soccorsi necessari per la loro santificazione personale, per le loro attività, per la loro perseveranza; Le offrono la loro persona, abbandonandosi interamente nelle Sue mani per essere condotte da Lei sul cammino del Cielo e Le affidano ogni più piccola azione, affinché le offra al suo divin Figlio.
La venerano più specialmente sotto il titolo di Madre del Buon Consiglio, rivolgendosi a Lei come loro guida in tutto e mantenendosi nella continua disposizione di ricevere dalla Madonna i consigli e le ispirazioni necessarie per fare in ogni momento ciò che sarà più gradito a Dio. La pregano con un fervore tutto particolare in questi tempi di crisi, perchè ottenga ai sacerdoti le grazie di cui hanno bisogno nel loro ministero e li illumini con i suoi consigli.

Stato della congregazione
In questo momento, la Congregazione delle Suore dell’Istituto è solo agli inizi. Voglia Iddio mandare numerose operaie generose e desiderose di consacrarsi senza riserve a Lui, lavorando con tutte le forze alla loro santificazione e alla salvezza delle anime, per la Gloria di Dio!

Attività attuali
Nello stato presente, le attività sono divise tra l’aiuto alla Casa Madre dell’Istituto, lavori di segretariato, catechismo, elaborazione di un bollettino della Crociata Eucaristica, attività giovanili, gite e brevi ritiri per i bambini… D’estate, le occupazioni variano con i campi della Crociata Eucaristica e l’aiuto agli Esercizi Spirituali di Sant’Ignazio.

Costituzioni e Regole dell’Istituto: al seguito di San Giovanni Bosco
Le Costituzioni delle suore dell’Istituto, così come l’abito, sono ispirati e basati sulle Costituzioni scritte da San Giovanni Bosco per le Figlie di Maria Ausiliatrice.
Queste Costituzioni presentano l’immenso interesse di essere state redatte da Don Bosco in un periodo di crisi, segnato da un profondo carattere anti-religioso.
È, inoltre, un grande conforto, nell’assenza dell’autorità, sapere che le regole che seguiamo sono state approvate da un vero Papa e che, in un’epoca vicina alla nostra e così simile, hanno portato sulla via della santità un gran numero di anime e fatto tanto bene sulla terra!

Condizioni di accettazione e scorcio delle tappe
Poche condizioni sono richieste per essere ammesse come Postulanti: “Avere meno di trent’anni, eccellenti costumi, buon carattere, sincera disposizione alle virtù proprie dell’Istituto e una salute sufficiente” (Costituzioni delle Suore dell’Istituto).

Il postulato dura sei mesi. In questo periodo, la postulante studia profondamente lo spirito dell’Istituto e le attività che eserciterà secondo le proprie capacità, e considera se Dio la chiama effettivamente a consacrarsi a Lui in questo Istituto.
La cerimonia della Vestizione segna l’inizio del periodo del Noviziato, che ha una durata di due anni. Continuando ad approfondire la vocazione, la novizia si impregna sempre più dello spirito dell’Istituto, formandosi alla vita religiosa con lo studio dei voti che potrà pronunciare in seguito.

Trascorsi i due anni, la novizia emetterà i voti triennali di Povertà, Castità, Obbedienza, prima di pronunciarli in maniera definitiva, momento che segnerà il dono senza riserva di se stessa a Dio.

In questo mondo assorbito totalmente dai godimenti terreni e dimentico di Dio, quanto sono necessarie le anime che si abbandonano completamente a Lui, mettendo al suo divino servizio tutte le loro forze, tutte le loro capacità, tutta la loro esistenza, offrendosi per la salvezza di innumerevoli anime.
Preghiamo il Padrone della messe di inviare numerose operaie!
Che le ragazze che desiderano darsi interamente a Dio o anche solo studiare seriamente la loro vocazione, non esitino a prendere contatto con noi.

“…E chiunque avrà abbandonato la casa o i fratelli, o le sorelle, o il padre, o la madre, … o i poderi per amor del mio nome, riceverà il centuplo e possederà la vita eterna” (Mt. 19,27-29).


Per contattare le Suore dell’Istituto Mater Boni Consilii :

Casa Maria Ausiliatrice
Loc. Carbignano 40
10020 VERRUA SAVOIA (TO)

Tel: 0161 839335
E-mail:

Copyright © 2016 - 2017 Centro Librario Sodalitium