Pellegrinaggio regionale al san Carlone di Arona (NO)

Sabato 21 ottobre 2017

Pellegrinaggio regionale
per il mese del Rosario
al san Carlone di Arona (NO)

Programma

  • 21/10, ore 11,00. Ritrovo a Arona (davanti all’entrata del Santuario nel parcheggio [Piazzale San Carlo, 28041 Arona NO, Italia].
  • ore 11,15. Inizio del pellegrinaggio: recita del S. Rosario nel parco e visita del monumento e delle Cappelle.
  • ore 13,00. Pranzo presso ristorante “Ristoro Antico” (Menù a prezzo concordato, 25€) via Bottelli, 46 Arona.
  • ore 15,30. Visita libera di Arona e in particolare della Chiesa Collegiata di s. Maria Nascente e la chiesa dei Santi Martiri.
  • ore 17,00. Fine del pellegrinaggio.
  • Possibilità di confessarsi durante il pellegrinaggio.

Come arrivare in auto

La Statua di san Carlo si trova ad Arona, sul colle omonimo sito a Nord dell’abitato. Si raggiunge attraverso la Statale del Sempione, imboccando la via Verbano. Proprio lungo la via che collega il lungolago alle colline del Vergante, si incontra la colossale Statua di San Carlo.

Da Milano è possibile raggiungere Arona percorrendo l’Autostrada A8 (Milano-Laghi). Dopo l’uscita di Castelletto Ticino proseguire per il centro di Arona. In città seguire i cartelli turistici con indicazione Statua di San Carlo.

Da Torino, percorre l’Autostrada A26, uscita Arona, direzione centro città. Seguire infine i cartelli turistici con indicazione Statua di San Carlo.

Una volta raggiunto il colle parcheggiare è facile. Il piazzale di fronte alla Statua è dotato di parcheggi a pagamento e poco oltre è presente un’ampia area sosta gratuita.

  • Per eventuale passaggio in auto informatevi presso Don Giugni (email: ).
  • Per il pranzo al ristorante è necessario prenotare i posti entro il venerdì 20 ottobre: telefonare sempre a Don Giugni.
  • per informazioni sul Sacro Monte potete consultare il sito: www.statuasancarlo.it

La storia della statua colossale di s. Carlo

La Statua di San Carlo fu edificata ad Arona, città natale del Borromeo, dopo la sua canonizzazione ed in onore della grandezza dell’arcivescovo milanese: per circa due secoli fu la statua più alta al mondo. Ad Arona ci sono molti altri i luoghi legati alla figura del santo: la Rocca dove egli ­nacque, oggi splendido parco panoramico con i resti della perduta fortezza; la Collegiata di Santa Maria Nascente dove fu battezzato, ricca di preziosi capolavori; la Chiesa dei Santi Martiri dove celebrò la sua ultima Messa prima del rientro a Milano, dove morì di febbre la sera del 3 novembre del 1584.

Salire all’interno della statua si può ed è un’esperienza incredibile. Il colosso misura un’altezza di circa 35 metri, che il visitatore può raggiungere salendo fino alla sommità. Attra­verso alcuni gradini a chiocciola e poi una ripida scala alla marinara con protezione, si sale infatti fino alla testa del santo, osservandone al contempo la struttura interna. Da qui è possibile guardare all’esterno tramite alcuni fori corrispondenti agli occhi, le narici, le orecchie del santo. Altre finestre si aprono all’altezza delle spalle consentendo di affacciarsi e di godere del notevole panorama circostante.

Per ogni informazione

Istituto Mater Boni Consilii
Loc. Carbignano 36 – 10020 Verrua Savoia TO
0161 839.335,
www.sodalitium.it
Oratorio S. Ambrogio, via della Torre, 38 Milano

Copyright © 2016 - 2017 Centro Librario Sodalitium